il vescovo visita bollate

IL SIGNORE VISITA IL SUO POPOLO…
… IL VESCOVO VISITA LA CHIESA DI BOLLATE

Le parrocchie e le comunità pastorali del Decanato di Bollate “abbracciano” il loro Arcivescovo per la visita Pastorale: 17 GENNAIO – 16 FEBBRAIO 2020

PROGRAMMA

SABATO 1 FEBBRAIO 2020

Ore 17.45 Arrivo dell’Arcivescovo alla chiesa parrocchiale di Ospiate, incontro con le famiglie dei ragazzi dell’iniziazione cristiana presso il salone sottostante la chiesa

Ore 18.00 S. Messa nella chiesa di Santa Monica presieduta dall’Arcivescovo. Al termine consegna ai nonni della regola di vita e saluto ai chierichetti

Ore 19.30 Incontro con il Consiglio pastorale dell’UP (S.Martino, S.Monica, S.Guglielmo), a seguire cena a buffet in Oratorio con i membri del Consiglio e degli Affari Economici

DOMENICA 2 FEBBRAIO 2020

Ore 08.45 L’Arcivescovo arriva al Cimitero di Castellazzo per una visita privata, accolto dal Parroco e da un gruppo di fedeli. Al termine, corteo in auto verso la chiesa parrocchiale

Ore 09.00 Celebrazione delle Lodi Mattutine presieduta dall’Arcivescovo nella Chiesa di San Guglielmo. Al termine consegna ai nonni della regola di vita.

Ore 10.15 L’Arcivescovo arriva al Cimitero di Bollate per una visita privata, accolto dal Parroco e da un gruppo di rappresentanti delle Associazioni di Volontariato e alcuni membri del Consiglio pastorale dell’UP.
Al termine, corteo a piedi verso la chiesa parrocchiale di S. Martino.

Ore 10.45 Presso il cine-teatro Splendor l’Arcivescovo incontra le famiglie dei ragazzi dell’iniziazione cristiana della parrocchia (due classi in rappresentanza)

Ore 11.00 S. Messa solenne concelebrata dai nostri sacerdoti, presieduta dall’Arcivescovo, in chiesa S.Martino. Al termine consegna ai nonni della regola di vita, saluto alle autorità e ai chierichetti.

Ore 12.45 Pranzo a buffet nella tensostruttura di San Giuseppe con Gruppi famiglie del percorso formativo e giovani. Saranno presenti anche alcuni volontari e anziani che hanno dato vita all’esperienza dell’Oratorio Estivo per Anziani.

Ore 14.30 Visita alla Casa di riposo S. Giovanni Paolo II. Ore 15.00 Visita alla casa di riposo S. Martino.

 

Nell’anno pastorale 2019-2020 riparte la visita pastorale dell’Arcivescovo. Monsignor Mario Delpini toccherà un Decanato per ogni Zona pastorale. Ecco le prossime tappe:

Decanato di Bollate (Zona IV) 16 gennaio – 16 febbraio
Decanato di Carate Brianza (Zona V) 25 febbraio – 26 aprile

Le parrocchie e le comunità pastorali del Decanato di Bollate

“abbracciano” il loro Arcivescovo per la visita Pastorale

Venerdì 17 e Giovedì 23 Gennaio

Oltre al programma ufficiale del 1 e 2 Febbraio, l’Arcivescovo Mario sarà presente presso
la casa di don Maurizio per incontrare personalmente tutti i preti del Decanato di Bollate. Per chi desidera alle ore 12.15 in chiesa san Martino si potrà pregare l’ora media insieme all’Arcivescovo e ai preti presenti.

Venerdì 17 Gennaio ore 20.30
Veglia di preghiera per tutte le parrocchie e le comunità pastorali del nostro decanato in preparazione alla visita pastorale del Vescovo Mario. Partenza della fiaccolata dal Santuario della Madonna del Rosario e preghiera in Basilica Ss. Eusebio e Maccabei in Garbagnate Milanese

Giovedì 23 Gennaio ore 20.00, oratorio di Senago (via Repubblica 7)

Il nostro Arcivescovo desidera incontrare i giovani dai 18 ai 30 anni. La serata si aprirà con un’apericena, per poi proseguire con il racconto di alcune esperienze di vita da parte di 4 giovani del decanato e concludersi con un momento di preghiera. E’ richieda l’iscrizione, per organizzare al meglio l’incontro: https://forms.gle/MQDeYkNb3a4bWZy78

In occasione della visita del nostro Arcivescovo Mario a Bollate, domenica 2 Febbraio,

per permettere a tutti i nostri sacerdoti la concelebrazione della S.Messa solenne alle ore 11.00 in chiesa S.Martino,

le S.Messe a S. Giuseppe e Madonna in Campagna si svolgeranno alle ore 9.30

 

PREPARIAMO LA VISITA PASTORALE: DIALOGHIAMO COL NOSTRO VESCOVO

settimanale Insieme 49/2019

….l’Arcivescovo Mario sarà in visita pastorale, nella nostra parrocchia, Sabato e domenica 1-2 Febbraio 2020, come già più volte annunciato.
Questo appuntamento avrà soprattutto un carattere liturgico e pastorale; a breve vi faremo conoscere in dettaglio come si svolgerà. In quei due giorni il Vescovo pregherà con noi e per noi soprattutto nella celebrazione dell’Eucaristia. Nell’incontrare le persone il vescovo, poi, confermerà e incoraggerà il cammino di fede dei singoli e della comunità cristiana; anche il Consiglio Pastorale e gli altri responsabili dei diversi ambiti della vita della parrocchia avranno l’occasione di confrontarsi con lui e di recensire, verificare e rilanciare il cammino pastorale, a partire da quanto già si sta vivendo e dalla storia che caratterizza il volto della nostra Chiesa.Questa visita Pastorale ha già avuto un momento importante e uno lo avrà i prossimi giorni e sarà motivo di impegno per i prossimi anni. Il momento che abbiamo già vissuto è stato quello della visita amministrativa; con i responsabili degli uffici di curia abbiamo verificato e tracciato le linee operative riguardanti la situazione economico-finanziaria e strutturale della nostra parrocchia. In questa fase particolarmente tecnica, sono stati coinvolti soprattutto i membri del Consiglio degli affari economici della parrocchia ricevendo, con un verbale dettagliato da parte dei responsabili della Curia diocesana, apprezzamento per il lavoro fatto in questi anni che ha mantenuto sotto controllo i conti e ha creato una sufficiente stabilità finanziaria che chiede ancora una continua, accorta e oculata gestione amministrativa. Preziose indicazioni sono poi pervenute al fine di procedere nella responsabilità di gestire i beni della comunità che, come sappiamo, sono caratterizzati da un patrimonio immobiliare prezioso ma vetusto, che ha continuamente bisogno di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria con la necessaria compartecipazione di tutti perchè le risorse sono insufficienti. Il secondo momento in preparazione della Visita Pastorale, ma che avrà anche delle ricadute sul futuro, lo vivremo fra poco a livello di decanato. Tutte le parrocchie del Decanato, infatti, sono coinvolte nella riflessione sulla “familiarità del popolo di Dio con la Sacra Scrittura”. Per un cristiano adulto e maturo, la Parola di Dio da un lato non può essere considerata un corpo estraneo e lontano dalla vita concreta, terreno misterioso nel quale non addentrarsi; ma non può nemmeno, dall’altro lato, essere soltanto oggetto di curiosità o al più bagaglio culturale.
La Parola di Dio deve, piuttosto, essere letta sempre di più nello Spirito del Signore e coltivata come nutrimento della fede.

«La Rivelazione di Dio non è per comunicare informazioni o dottrine. Dio si rivela per chiamare alla
comunione con lui, per indicare a ciascuno la via della vita e per chiamare tutti a conversione. La lettura dei testi sacri, la loro conoscenza, la loro meditazione, la loro proclamazione durante le celebrazioni liturgiche, la lettura personale o i momenti di ascolto comunitario e di condivisione, non possono ridursi a un esercizio intellettuale ed estemporaneo: sempre la Parola chiede una risposta, invita a una conversione, propone una vocazione». Dobbiamo dunque chiederci come singolarmente e comunitariamente viviamo il nostro fondamentale rapporto con la Parola di Dio e cosa possiamo fare per migliorare e far sì che questo rapporto sia sempre più incrementato, nella convinzione che «la Chiesa ha sempre venerato le divine Scritture come ha fatto per il corpo stesso di Cristo» (DV 21).
Il lavoro di questa prima verifica verrà portato da ogni comunità pastorale alla celebrazione della Scuola della Parola di Decanato Venerdì 13 Dicembre (siamo tutti invitati), perchè sia di stimolo a un lavoro successivo e più approfondito che approdi anche a proporre delle iniziative come il rilancio dei gruppi di ascolto nelle famiglie.

Ora ci attende l’incontro con l’Arcivescovo il prossimo inizio di Febbraio. Nel frattempo siamo tutti impegnati a preparare, tra le altre cose, il dialogo con lui. Questo dialogo avverrà già nella liturgia quando ascolteremo la Parola che il Vescovo ci rivolgerà, illuminata dalla preghiera e dallo Spirito, ma soprattutto durante l’incontro con il Consiglio Pastorale. Tuttavia tutti sono invitati a suggerire i loro contributi.

Ecco dunque l’invito.
Oltre a quanto il Consiglio pastorale potrà trasmettere all’Arcivescovo a riguardo della situazione della comunità parrocchiale, i singoli fedeli che lo desiderano potranno comunicare all’Arcivescovo alcune loro riflessioni, a partire da uno sguardo profondo sulla vita della nostra parrocchia.
E’ possibile dunque inviare delle brevi riflessioni all’Arcivescovo, verificando come di fatto sono state affrontate in parrocchia queste tematiche: 1) viene obiettivamente curata la S. Messa domenicale? Viene concretamente favorita la preghiera feriale? 2) l’azione pastorale della parrocchia è attenta a sostenere la vocazione di ciascuno, in modo particolare la pastorale giovanile? 3) Il clima di fede che si respira in parrocchia si traduce in vita buona, in iniziative spirituali, culturali, caritative che toccano davvero la vita della gente? 4) Ci si sta impegnando per diffondere e conoscere il Vangelo e a far crescere il cammino spirituale delle persone? 5) Si tenga presente infine come si sta attuando il “passo da compiere”, che era stato proposto.  Le riflessioni andranno inviate alla mail visitaarcivescovo@diocesi.milano.it entro il 24 Gennaio prossimo.  ….

don Maurizio