commemorazione vittime Vignetta

domenica 26 gennaio, ore 10.00, chiesa Madonna in Campagna:

S.Messa in commemorazione delle vittime del bombardamento della Vignetta del 30 gennaio 1945

Bollate non ha dimenticato i 188 morti della strage della Vignetta: 188 le vittime del bombardamento alleato del treno Saronno-Milano del 1945, costato la vita anche ad alcuni bollatesi e a diversi bambini.

Tutto ebbe inizio nelle prime ore della mattinata, quando, nel cielo di Bollate, si vide la presenza di quattro cacciabombardieri Alleati. Il macchinista del treno della linea Milano-Saronno arrestò il convoglio per permettere ai passeggeri di mettersi in salvo, raggiungendo le case che si trovavano a poche decine di metri dai binari. Gli aerei puntarono, però, sulla massa di gente che tentava di fuggire e sganciarono otto bombe. Fu un vero e proprio massacro: la neve si tinse di rosso per il sangue delle vittime. Furono colpite anche due case. Quella strage fu, però, un tremendo errore. I caccia Alleati avrebbero, infatti, dovuto attaccare un convoglio militare tedesco che sarebbe dovuto passare per Bollate proprio a quell’ora ma che, invece, fu fatto partire in un altro orario. Le salme furono poi allineate nella chiesa di Madonna In Campagna, per il riconoscimento dei corpi.