nuove normative

DALL’1 APRILE NUOVE REGOLE PER LA CELEBRAZIONE DELLA SANTA MESSA

  1. decade l’obbligo di distanza interpersonale di un metro (che resta però per i membri delle corali), ma rimane quello di evitare assembramenti, in particolar modo in fase di entrata e di uscita e per i fedeli che seguono le celebrazioni in piedi.
  2. l’accesso nelle chiese continuerà a essere possibile solo con la mascherina e dopo accurata igienizzazione delle mani all’ingresso.
  3. restano ancora vuote le acquasantiere
  4. non cambiano le regole per il momento dello “scambio della pace”: la stretta di mano andrà ancora evitata.
    Inoltre: la Domenica delle Palme la processione degli ulivi potrà percorrere le vie pubbliche con la partecipazione dei fedeli che indosseranno la mascherina anche all’aperto. Il Venerdì Santo, la Celebrazione della Passione si svolgerà in tutte le sue parti, ma ai fedeli non sarà consentito il bacio del crocefisso.

Dal 1° MAGGIO 2022 non sarà più in vigore il Decreto del Vicario Generale del 9 settembre 2021 che prevedeva la possibilità di prestare alcuni servizi (Ministri della Comunione, coristi, catechisti ed educatori) solo per vaccinati o guariti dal COVID-19 oppure se negativi a un tampone effettuato non oltre 48 ore prima del servizio. Rimane obbligatorio indossare la mascherina in occasione delle celebrazioni al chiuso. Rimane obbligatorio indossare la mascherina durante l’attività di catechesi al chiuso. Alla luce delle disposizioni civili vigenti, a partire dal 1° maggio 2022 non è più necessario essere muniti di Green Pass per le attività per cui era previsto; non è più necessario il Green Pass per l’accesso ai luoghi di lavoro di lavoratori o volontari che collaborano con essi.