caritas_gruppi

logo caritas

 

REALTA’  E GRUPPI CARITATIVI

 

S. Martino

 

Centro di Ascolto Cittadino (n. 25 volontari – coordinatori: diacono Renato Cavaliere e Elio Schieppati)

E’ lo strumento pastorale operativoattraverso il quale i Parroci, i C. P. e le comunità parrocchiali della Città incontrano e aiutano,offrendo loro un servizio effettivo, le persone che sono nel bisogno.

Da febbraio 2011 l’attività del CdA è regolata da un progetto approvato e condiviso da tutti i gruppi caritativi della città.

Risorse umane:

– volontari delle parrocchie della città di Bollate (ascolto, sostegno economico attraverso buoni spesa, il pagamento di bollette, ecc.);

–  volontari del Centro Aiuto alla Vita di Bollate (ascolto, sostegno economico attraverso buoni spesa, ecc, distribuzione di materiale per la maternità e l’infanzia: alimenti, pannolini, ecc.);

– volontari del gruppo “permano” di Bollate (ascolto e organizzazione “spesa a domicilio”);

–  volontari della S. Vincenzo di Bollate (ascolto, sostegno economico attraverso buoni spesa, il pagamento di bollette, ecc, distribuzione di viveri, ecc.);

–  volontari del guardaroba delle comunità di Bollate, Baranzate, Cascina del Sole e Ospiate (distribuzione di vestiario e accessori: il lunedì bambini fino a 12 anni; il giovedì e il sabato adulti).

Orari:

Centro di Ascolto

LUNEDI                     ore 10.00-12.00 – “Centro Aiuto  alla Vita”

MARTEDI                  ore 11.00-12.30 – “permano” – “spesa a domicilio” (a porte chiuse)

MERCOLEDI             ore   9.30-12.00 – “San Vincenzo”

ore 15.00-17.30 – “San Vincenzo”

GIOVEDI                   ore 10.00-12.00 – problematiche generali

ore 17.00-18.30 – “solo ascolto” (su appuntamento)

VENERDI                  ore 10.00-12.00 – “permano” – “informanziani”

SABATO                    ore 15.00-17.00 – problematiche generali

(su appuntamento il 2° e 4° sabato del mese)

Guardaroba

LUNEDI                     ore 10.00-11.45

GIOVEDI                   ore 10.00-11.45

SABATO                    ore 15.00-17.30

(ogni quindici giorni: il 2° e 4° sabato del mese)

 

 

 

 

Centro Aiuto alla Vita (n. 15/20 volontari)

Obiettivi – aiuto alle donne e alle famiglie in difficoltà durante la gravidanza e il puerperio

Attività – sostegno economico attraverso buoni spesa e la distribuzione di materiale per la maternità e l’infanzia (alimenti, pannolini, ecc.)

– progetti Gemma (sostegno, attraverso l’adozione, di una mamma in gravidanza che si trova in  difficoltà)

 

Conferenza di S. Vincenzo (n. 14 volontari)

Obiettivi – aiuto alle persone e alle famiglie che si trovano in situazioni di difficoltà

Attività – ascolto e distribuzione settimanale di pacchi alimentari, sostegno economico attraverso buoni spesa, pagamento di bollette, spese scolastiche e sanitarie, ecc.

 

“permano” (n. 20 volontari)

Obiettivi – aiuto alle persone anziane sole che si trovano in situazioni di difficoltà

Attività – sostegno morale attraverso visite a domicilio, sostegno pratico attraverso l’organizzazione della spesa a domicilio in collaborazione con Coop Lombardia, informazioni attraverso lo sportello “informanziani”

 

 

UNITALSI (n. 23 volontari soci e 15 volontari simpatizzanti )

Obiettivi – assistenza agli ammalati

Attività – sostegno agli ammalati nel corso dei pellegrinaggi a Lourdes e Loreto e presso le loro abitazioni; fornitura di presidi sanitari a completamento di quanto viene erogato dalle ASL; aiuto ai disabili durante le vacanze estive nella struttura di Borghetto Santo Spirito

 

Coordinamento Promozione Solidarietà (n. 30 volontari) (associazione non parrocchiale)

Obiettivi – aiuto alle persone sole o in disagio sociale con particolare riguardo agli anziani

Attività – servizio di trasporto presso strutture ospedaliere, servizio fiscale, sportello lavoro, promozione del volontariato come associazione capofila del “progetto scuola” proposto dal FORUM del volontariato

 

S. Monica

 

ASSOPROMI (n. 15/20 volontari) (associazione non parrocchiale)

Obiettivi – sostegno orientato essenzialmente all’assistenza sociale, sanitaria e all’istruzione a favore di soggetti svantaggiati, principalmente in Paesi del Terzo Mondo ma anche in Italia, attraverso progetti mirati

Attività – raccolta fondi attraverso libere donazioni di benefattori e organizzazione di vendite solidali, bomboniere o artigianato dei volontari o dei Paesi che aiutiamo, manifestazioni varie

 

OFTAL(n. 2 volontari) (associazione non parrocchiale)

Obiettivi – assistenza agli ammalati

Attivitàsostegno spirituale e morale degli ammalati, specialmente poveri, in modo particolare mediante pellegrinaggi a Lourdes e ad altri Santuari (la copertura delle spese viene garantita attraverso raccolte di offerte: classica la vendita di uova pasquali)

 

S. Guglielmo

 

Non esistono gruppi caritativi; la pastorale della carità è gestita direttamente dai padri Betaramiti.