quaresima 2020

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

LA VIA CRUCIS DEI RAGAZZI

nella nostra HOME PAGE tutte le info per una VIA CRUCIS in FAMIGLIA

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

*********************

inserto quaresima 2020

IL CAMMINO DEL DISCEPOLO- Il tempo della Quaresima è una benedizione perchè ci insegna ad andare dietro a Gesù Maestro come veri discepoli: così cammina il cristiano nella storia. Il tempo della Quaresima è una benedizione perchè la liturgia ci propone di andare verso la Settimana Autentica (Santa) per entrare nel mistero della Pasqua del Signore. Pertanto l’invito a tutti è quello di concentrarsi sull’essenziale, chiedendo la grazia che i sentimenti e il pensiero di Cristo ispirino il nostro sentire, il nostro pensare e il nostro agire. Per la nostra parrocchia l’orizzonte più a lungo temine, ma dentro il quale si muove questa quaresima 2020, è il Pellegrinaggio in Terra Santa, esperienza per mettere a fuoco il nostro essere discepoli, per fare esperienza del Signore e accrescere la nostra fede in Lui. I discepoli hanno imparato giorno dopo giorno a diventare discepoli credenti “salendo” (Mc 10,33) a Gerusalemme e andando “dietro” al loro Maestro: «venite dietro a me» (Mc 1,17). E questo significa non solo accompagnarlo fisicamente, ma comporta un’identificazione con lui, assumendo il suo stile di vita, il suo progetto e il suo destino: «abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù…» (Fil 2,5). Per questa ragione il cammino dei discepoli non può essere altro che il cammino di Gesù.  Seguire Gesù non è qualcosa riservato ad alcuni, poiché insieme ai Dodici, che rappresentano la forma normativa e “ufficiale” dell’essere discepolo, vi sono pure altri che lo seguono e lo fanno perfino meglio di loro. Il Vangelo secondo Marco suggerisce che ogni persona deve percorrere il proprio cammino come discepolo e questo non è fissato in anticipo, una volta per tutte, ma si definisce man-mano che avanza la nostra storia e il cammino di Gesù e con Gesù. A questo riguardo ci viene suggerito, dal nostro Arcivescovo, di avere come uno dei testi di riferimento la Lettera di san Paolo ai Filippesi, che inserisce un inno a Cristo intenso e commovente e che può ispirare tutto il tempo di Quaresima. Questa lettera sarà, infatti, il tema di tutta la prima settimana di Quaresima che chiamiamo “Settimana della Parola” ovvero la Settimana degli Esercizi Spirituali in Parrocchia. Paolo si sforza di correre verso la meta, che è la conoscenza di Cristo Gesù (cfr. Fil 3,12) perché è stato conquistato da Gesù. Le nostre lentezze, il grigiore della nostra mediocrità, il clima lamentoso e scoraggiato che talora si percepisce nelle nostre comunità sono forse un segno di una resistenza all’attrattiva di Gesù. Il tempo di Quaresima ci invita a tenere fisso lo sguardo su Gesù, sul mistero della sua Pasqua per conformarci sempre più a lui, nel sentire, nel volere e nell’operare (cfr. Fil 2,13). Infine l’iniziativa caritativa di questa Quaresima proposta all’intera comunità ha un significato strettamente collegato a quanto detto perchè porteremo un concreto contributo economico di solidarietà in Terra Santa a tre comunità cristiane che stanno vivendo in quella Terra complicata forme di testimonianza cristiana e di annuncio evangelico. Vedi la descrizione in quarta pagina. Lo sguardo rivolto a Gesù, la meditazione delle verità cristiane, la pratica ascetica per la carità ci conducano a vivere con intensità i giorni della passione, morte e risurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo. Buon “pellegrinaggio quaresimale”                                                                                    don Maurizio

CARITAS – INIZIATIVA QUARESIMALE 2020
In questa Quaresima le cinque comunità parrocchiali della città, insieme, in spirito di unità e collaborazione, si attiveranno in aiuto dei fratelli della Terra Santa. Le offerte che verranno raccolte serviranno per aiutare tre realtà caritative che verranno visitate durante il pellegrinaggio parrocchiale nel prossimo Agosto: i piccoli ricoverati del Caritas Baby Hospital, la parrocchia di San Salvatore, gemellata con la nostra, la fraternità dei Piccoli Fratelli di Charles de Foucauld. Questo impegno di carità sia anche occasione per riflettere sulla difficile situazione delle comunità cristiane e sulla conflittualità che caratterizza questi territori, e per pregare perchè si possa raggiungere la pace.

Nella nostra pagina CARITAS tutti i dettagli

§§§§§§§§§§§