Speciale AVVENTO

AVVENTO PER I RAGAZZI: sulla pagina “Oratorio e Catechismo”

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

CONFESSIONI e COLLOQUI SPIRITUALI, Bollate

I sacerdoti sono sempre disponibili per colloqui spirituali e confessioni. Oltre alle consuete confessioni del sabato pomeriggio, in particolare in questo periodo di Avvento, pur mantenendo i protocolli anti-contagio, i sacerdoti sono disponibili tutti i giorni dalle 18.00 alle 19.00 (tranne se debbono celebrare) in chiesa S.Martino:

  • don Matteo presso la cappella san Francesco,
  • don Maurizio presso il suo studio,
  • don Vincenzo nell’atrio presso l’altare della Madonna.
KAIRE 20.32
«Siamo di fronte ad un’emergenza spirituale, non solo sanitaria e sociale. La preoccupazione e l’angoscia per il futuro causate dalla pandemia inaridiscono il nostro spirito. Ma possiamo reagire con la preghiera»: sono le parole con cui l’Arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, lancia l’iniziativa “Il kaire delle 20.32”, un appuntamento quotidiano di preghiera con le famiglie, per tutti i giorni di Avvento. L’intenzione dell’Arcivescovo è di riunirsi con chi vorrà accoglierlo nella dimensione domestica, per portare il conforto e la consolazione che può venire dalla grazia del Signore, come suggerisce lo stesso titolo di questi incontri: kaire infatti significa “rallegrati” ed è la prima parola che l’Arcangelo Gabriele rivolge a Maria a Nazareth per annunciarle che partorirà Gesù, il figlio di Dio.
L’appuntamento quotidiano sarà trasmesso alle 20.32 su ChiesaTv (canale 195 del digitale terrestre), Radio Marconi, Radio Mater. Tutti gli interventi verranno caricati sul portale e sui social della Diocesi, per consentirne la fruizione in qualunque momento.
LETTERA DELL’ARCIVESCOVO per il tempo di AVVENTO
L’Avvento è il periodo dell’anno che suggerisce di riflettere sul tempo, sulla dimensione temporale della vita umana. È una riflessione che contribuisce alla saggezza in molte esperienze culturali, anche se in modi diversi. Il libro del Siracide, che accompagna questo anno pastorale come testo biblico per ispirare percorsi di sapienza, invita a una saggia considerazione del tempo.  Scrive l’Arcivescovo: «Il tempo in cui si celebra il mistero dell’Incarnazione è particolarmente intenso per molti aspetti. Il rischio di essere trascinati dagli adempimenti, dagli stimoli delle consuetudini mondane e di soffrire la frustrazione delle limitazioni imposte per contenere la pandemia può indurre una situazione di malessere profondo. Il Figlio di Dio è divenuto figlio dell’uomo e con il dono dello Spirito insegna e rende possibile ai figli degli uomini abitare i giorni come figli di Dio. Pertanto vorrei che giungesse a tutti il mio più affettuoso e intenso augurio per questo Natale».

sussidio preghiera in famiglia Avvento 2020

SUSSIDIO per la PREGHIERA IN FAMIGLIA

L’esercizio della preghiera può essere la bussola che ci orienta e sostiene in modo speciale in questo tempo. La preghiera rigenera e accresce la comunione tra i membri di una famiglia e più ancora tra famiglie di una stessa comunità.   E’ stato predisposto un sussidio dal titolo A occhi aperti per celebrazioni domestiche nelle domeniche di Avvento e le solennità dell’Immacolata e del Natale.    Le celebrazioni domestiche suggerite non sostituiscono la Messa domenicale nelle nostre comunità; piuttosto, scaturiscono da essa (riprendendone parole, gesti, simboli), la prolungano (dando risonanza a qualche momento particolare) e a essa rimandano.    Il sussidio potrà essere utilizzato anche da chi è impossibilitato, per diverse ragioni, a partecipare alla celebrazione eucaristica e desidera vivere un momento di ascolto della Parola di Dio e di preghiera nel giorno del Signore. Esso contiene una duplice proposta secondo la composizione del nucleo familiare. Inoltre offre uno schema particolare per famiglie che hanno un loro membro con qualche forma di disabilità intellettiva.