Libri per…

SPECIALE: sulla figura di S.GIUSEPPE

  • Papa Francesco, Lettera apostolica PATRIS CORDE (“Con cuore di padre”), ed.LEV
  • T. Stramare e G. Citerà, San Giuseppe negli insegnamenti di Paolo VI e di Giovanni Paolo II , ed. Shalom
  • Patrizia Innocenzi Miceli, I modelli di Giosefologia nella storia della teologia cristiana, ed. Tau
  • Tarcisio Stramare, San Giuseppe. Il custode del redentore nella vita di Cristo e della Chiesa, ed. Domenicana
  • Gianfranco Ravasi, Giuseppe. Il padre di Gesù, ed. San Paolo
  • Tullio Locatelli , San Giuseppe custode di Gesù, ed. Shalom
  • Benedetto XVI, La Sacra Famiglia, ed. Piccola casa editrice
  • Andrea Mardegan, Giuseppe e Maria. La nostra storia d’amore, ed. Paoline
  • Marco Gravina, II padre spodestato, ed. Laterza
  • Claudio Rise, Il mestiere di padre, ed. San Paolo
  • Fabio Rosini, San Giuseppe. Accogliere, custodire e nutrire, ed. San Paolo
  • F. Manns e B. Variano, Artigiano di umanità. Alla riscoperta di san Giuseppe, ed. Terra Santa
  • Giovanna Ferrante, Giuseppe. Il falegname di Nazarteh, ed. Ancora
  • J. Dobraczynski, L’ombra del Padre. Il romanzo di Giuseppe, ed. Morcelliana

François-Xavier Bellamy, I diseredati, Ed. Itaca

12 marzo 2011: un ragazzo a Parigi uccide un coetaneo, Samy, perché ha attraversato la linea immaginaria tra due quartieri. Violenza pura, gratuita, assurda. Un gesto selvaggio a due passi dal liceo in cui ha appena iniziato a insegnare un giovane professore, François-Xavier Bellamy. Quel fatto lo porta a riflettere su una rottura inedita accaduta nella società occidentale: una generazione ha rifiutato di trasmettere la propria eredità culturale, ha diseredato i giovani. Dove fallisce l’educazione è inevitabile che sorga di nuovo la barbarie, che trionfi il nichilismo. In un simile contesto, si chiede l’autore, per quale motivo entriamo ancora in classe, insegniamo, parliamo a questi allievi? Siamo condannati a insegnare, a educare, senza sapere bene perché e senza nemmeno ardire di porci questa domanda? Su cosa rifondare la didattica e l’educazione? Bellamy per primo non si sottrae a questi interrogativi, nella convinzione che «l’emergenza assoluta oggi consiste nel rifondare la trasmissione. Urge riconciliarsi con il significato stesso dell’educazione per far vivere in ognuno la cultura, per mezzo della quale l’uomo diventa umano, la libertà effettiva e un futuro comune possibile».

Alessandro D’Avenia, Ciò che inferno non è, Ed. Mondadori

William Saroyan, “La commedia umana” – Ed. Marcos Y Marcos

Marco BardazziHo fatto tutto per essere felice. Enzo Piccinini, storia di un insolito chirurgo – Ed. Bur

Giovanni Scifoni – “Senza offendere nessuno. Chi non si schiera è perduto” – Ed. Mondadori

Luciana Breggia, illustrazioni di Paola Formica La scuola sotto l’albero – Ed. Terra Santa