Libri per…

LIBRI SOTTO L’OMBRELLONE

per adulti

Gaël Faye
“Piccolo paese”
Ed. Bompiani

1992. Gabriel vive a Bujumbura, in Burundi, in un quartiere di espatriati. Suo padre è francese, sua madre del Ruanda. Ha una sorella più piccola, Ana, e una banda di amici inseparabili – Gino, Armand, i gemelli – cresciuti insieme a lui nel vicolo: le loro giornate cominciano quando finisce la scuola e viene il momento delle case sugli alberi, dei furti di manghi nei giardini degli altri, delle avventure lungo il fiume, delle chiacchiere sbruffone e sognanti dentro il guscio di camioncino che è il loro quartier generale. Poi i genitori che si separano, le prime elezioni del paese, la guerra civile: Gaby credeva di essere soltanto un bambino e si scopre meticcio, tutsi: francese. Il papà vuole spedire tutti in Europa, la mamma decide di restare, strappata a metà, trasformata per sempre dai lutti più feroci: in un attimo la paura rovescia tutto, invade le vite di tutti, mette fine all’infanzia e costringe ad andarsene, a disperdersi, a perdersi. Passeranno anni prima che Gaby faccia ritorno nel suo piccolo paese, alla ricerca della sua età d’oro, o di quello che ne è rimasto.

I narcos mi vogliono morto. Messico, un prete contro i trafficanti di uomini

Capuzzi Lucia, Solalinde Alejandro

Ed. Emi

Ogni anno in Messico transitano mezzo milione di migranti indocumentados che dal Centroamerica tentano di raggiungere gli Stati Uniti in cerca di un futuro migliore. Sulla loro strada trovano la ferocia dei narcos, banditi che – oltre a far soldi con la droga – si arricchiscono sulla pelle dei migranti grazie a rapimenti, traffici di organi, schiavismo e prostituzione. Alejandro Solalinde non è rimasto a guardare: ha denunciato i soprusi dei trafficanti, le connivenze della politica, la corruzione della polizia. I narcos gliel’hanno giurata: sulla sua testa pende una taglia di 1 milione di dollari. Di qui le minacce, i tentati omicidi, una scorta di 4 uomini per difenderlo. La vicenda di padre Alejandro si intreccia con i 20.000 migranti rapiti ogni anno in Messico. E con i 20.000 indocumentados accolti da questo prete tenace. Persone alle quali Solalinde dedica la vita in nome di quel Dio schieratosi dalla parte degli ultimi.

Sms dal Paradiso

Maria Antonietta Benedettelli

Mimep Docete

Una giovane donna, Tess, dall’Ir- landa si trasferisce a vivere in Italia. In un momento critico della sua vita, dopo la fine di un fidanza- mento e la morte improvvisa della sua migliore amica, Tess incontra “realmente” il suo angelo custode che le si manifesta sotto l’aspetto di un giovane moderno, che gui- da l’auto, la invita a cena e le invia quasi ogni sera degli sms sul cellu- lare a cui però non si può rispon- dere telefonicamente.

Nel dialogo con questa presenza, all’inizio misteriosa, Tess vive un percorso di ritrovo di coscienza di sé e dell’amore che Dio le manife- sta sollecitando la sua libera risposta. Nel tempo e nel continuo dialogo con l’angelo Tess si aprirà pienamen- te all’amore di Dio così da vivere con maggior coscienza tutte le espe- rienze che la vita le farà incontrare. Sotto la forma letteraria del roman- zo il lettore trova anche un originale cammino spirituale compiuto dalla protagonista con cui paragonarsi, da consigliare e da regalare in particola- re ai giovani e alle donne.

per ragazzi

Tim Bruno
“Il ritorno del gatto Codabianca”
Nord-Sud edizioni

“La mia piccola senza coda ha lunghi peli rossi e ricci sulla testa e il muso pieno di lentiggini. Devo assolutamente ritrovarla, altrimenti lo spirito notturno che le ruba il respiro tornerà a tormentarla”. Questa è la storia di un gatto bianco e nero e di una bambina dai capelli rossi. È la storia di un’amicizia indissolubile e di un viaggio straordinario per ritrovare la via di casa. Questo è… il ritorno di Codabianca. Età di lettura: da 9 anni.

Enid Blyton
“La banda dei cinque sull’isola del tesoro”
Ed. Mondadori
Julian, Dick e Anne sono inseparabili. Anche quest’anno i tre fratelli trascorrono le vacanze estive insieme, nel cottage sul mare della cugina Georgina, una ragazza indipendente che porta i capelli corti e si fa chiamare George. Un giorno, mentre sono fuori in barca a esplorare la baia insieme al cane Tim, i quattro ragazzi vengono sorpresi da una tempesta e rimangono bloccati su Kirrin Island, una piccola isola rocciosa di proprietà della famiglia. Qui comincia la loro prima grande avventura: i ragazzi scoprono che la tempesta ha riportato a galla un antico relitto che trasportava un tesoro, ma presto si renderanno conto di non essere i soli a cercarlo. Riuscirà la banda dei cinque a trovare il tesoro e a salvare l’isola? Età di lettura: da 7 anni.

Il grido del lupo

Melvin Burgess

Ed. Equilibri

Lui è un Cacciatore di lungo corso, uno che insegue i pochi lupi rimasti in Inghilterra. Lo spinge un’ossessione diventata ragione di vita: conquistare un primato esclusivo, diventare l’uomo che ha ucciso l’ultimo lupo. È una caccia lunga, minuziosa, estenuante, calcolata e vigliacca quella che il Cacciatore mette in atto. Attraverso la figura del Cacciatore, uomo senza nome, senza volto e senza qualità se non quella di essere un sanguinario, Burgess racconta quanto possono essere spietati gli uomini.  Dai 13 anni

Gabbiano più Gabbiano meno

Silvia Borando Marco Scalcione

Ed. Minibombo

L’isola è minuscola e loro sono tanti, ma si sa i gabbiani amano la vita di gruppo. Non tutti però. Stanco di quell’ammasso rumoroso, di tutto quel chiasso che impedisce di pensare e riposare, di quell’invadenza che non lascia spazio a un po’ di privacy, un gabbiano un po’ scorbutico lascia l’isola zeppa di compagni e si trasferisce sull’isoletta deserta proprio di fronte dedicandosi ai fatti suoi convinto di aver fatto la scelta giusta. Appunto. Ma sarà stata davvero la scelta più opportuna? Cose imprevedibili stanno per succedere… Dai 4 anni.