Libri per…

LIBRI PER sotto l’ombrellone

Don Camillo – Mondo Piccolo

Giovanni Guareschi – Ed. Bur

Le storie e i protagonisti narrati in questi racconti sono ben noti, ma non scontati. Un ruvido curato di campagna, Don Camillo, che fronteggia con le buone o con le cattive i comunisti locali, capeggiati dal sindaco Peppone. Il tutto ha luogo in quello che è – di nome e di fatto – un Mondo Piccolo, una piccola realtà che è tuttavia riflesso di quelle grandi. Da Mondo Piccolo passano Stalin e Kruscev, la bomba atomica e la guerra fredda, ma anche le alluvioni, le storie d’amore e le morti. Don Camillo è un prete formato alla scuola di san Pio X e lo mostra in ogni sua azione: dalla fermezza ruvida con cui affronta Peppone e i suoi, alla delicatezza con cui parla con Dio e si sottomette al suo volere. I comunisti possono sparare e ammazzare, ma ciò non turba don Camillo, perché la sua preoc- cupazione non è politica, ma innanzitutto dottrinale. E’ il Cristo crocifis- so dell’altare maggiore il vero protagonista di Mondo Piccolo. Tanto che quando don Camillo, esiliato in montagna, porta con sé il Crocifisso, al paese la vita si ferma. Nessuno nasce, nessuno muore, persino la politica tace. L’uomo d’oggi, dice Guareschi, è infelice perché ha espulso Cristo dalla sua vita. E non c’è altra medicina che la fede. Bisogna salvare la fede, come il contadino salva il seme durante l’alluvione.

E poi una notte sulle scale

Daniela Palumbo – Ed. San Paolo

Cosa succede quando si perde improvvisamente una persona cara? C’è un antidoto che può lenire il vuoto e il dolore? A casa Viviani tutto succede come un fulmine a ciel sereno. È una famiglia di musicisti: cantante lirica la mamma, Lara; compositore Olmo, il padre. E poi Anita, la figlia sedicenne dal carattere dolce che suona il violoncello e frequenta il conservatorio e il piccolo Nic, l’unico refrattario a musica e strumenti, oltremodo geloso degli impegni che gli sottraggono la mamma. Proprio alla vigilia della prima di Carmen, Olmo muore in un incidente d’auto. E da allora niente sarà più come prima. La famiglia piomba in un tale smarrimento che tutti sembrano perdere la propria identità. Attorno ai Viviani c’è però un gruppetto di anime buone che con discrezione e intelligenza danno consigli, aiuto e supporto. E questo è ciò che può tenere in vita le persone quando pensano di aver perso tutto. Soprattutto c’è Ettore, il ragazzo del quinto piano di cui Anita è inna- morata. Un racconto dalle tante suggestioni in cui la musica e il tema della perdita s’intrecciano con la generosità e con la tenerezza dei sentimenti sboc- ciati tra le scale di un condominio. Il vero antidoto al dolore. Dai 15 anni

 

Le olimpiadi del coraggio

Paola Capriolo

Collana Semplicemente Eroi, Ed. Einaudi ragazzi

La coraggiosa storia di tre campioni che fecero la rivoluzione con un pugno, senza far male a nessuno. Città del Messico, 16 ottobre 1968: sul podio della vittoria dei duecento metri piani due uomini dalla pelle scura stanno a capo chino sollevando un pugno coperto da un guanto nero, mentre il terzo, biondo e di carnagione chiara, guarda dritto davanti a sé. In “Le Olimpiadi del coraggio” Paola Capriolo racconta la storia che sta dietro questa immagine, una delle più famose nella storia non solo sportiva del ‘900. La vicenda di John Carlos e Tommie Smith, cresciuti in un’America ancora dominata dal razzismo, e quella di Peter Norman, un australiano bianco che credeva fermamente nell’eguaglianza di tutti gli esseri umani. Giovani atleti, alfieri di una massa povera e discriminata cui l’America concedeva dignità solo in cambio di successi sportivi, con quel gesto entrarono nella storia. Un gesto di silenziosa pro- testa compiuto insieme sul podio olimpico, nel recinto sacro dello sport, che costrinse il mondo ad aprire gli occhi sulla discriminazione raziale. Per quell’atto di coraggio civile i tre atleti pagheranno un prezzo altissimo: l’isolamento e l’ostracismo per tutta la vita.       Dai 10 anni

 

Nella giungla selvaggia

Michael Morpurgo

Electa Junior

Tutto comincia con un viaggio durante le vacanze di Natale che il piccolo Will compie con la madre in Indonesia, dopo la morte del padre soldato in Iraq. Mentre l’onda dello tsunami si abbatte sulla spiaggia, travolge e devasta ogni cosa con la sua enorme potenza, Oona l’elefante che ha in groppa il bambino corre spaventata verso l’interno. Will e Oona si addentrano nella giungla e insieme trascorreranno mesi e mesi. Senz’acqua né cibo ma facendo tesoro dei frutti e delle opportunità della giungla, Will sopravvive. Affrontando con intelligenza animali feroci e i bracconieri ancor più pericolosi. Sempre avendo al fianco l’amica Oona e in seguito una piccola comunità di oranghi che considerano il bambino selvaggio uno di loro. Come Kipling anche Morpurgo ci regala una grande storia di amicizia, di amore e rispetto per la natura.      Dai 12 anni